Serie B/M: Pesante ko interno per la Pallamano Romagna

Pesante ko interno per la Pallamano Romagna nell’esordio stagionale in serie B. Alla palestra di Mordano passa 33-20 la Pallamano 1985 San Lazzaro di coach Andrea Fabbri, storico pilastro della pallamano felsineo.

Niente da fare per gli arancioblu di coach Luca Montanari che, nonostante l’equilibrio nella prima frazione, son costretti ad alzare bandiera bianca da metà ripresa, fino al -13 sulla sirena.

Grande il divario soprattutto a livello di esperienza, tra le due formazioni, con coach Fabbri che vanta elementi già abituati a calcare la categoria ad alti livelli. Montanari, invece, ha in panchina ragazzi alle primissime esperienze in un campionato senior.

Da segnalare l’eccellente prestazione tra i pali di Francesco Lanzoni, nonostante le 33 reti incassate, autore di numerosi interventi, soprattutto quando il risultato non era ancora compromesso. Molto bene Federico Nori nel complesso, mentre la coppia formata da Valtancoli (4 reti nel primo tempo) e Filipponi si fanno spesso intrappolare dal muro difensivo ospite.

Eppure i locali riescono a reggere il ritmo dei felsinei nei primi 22’ di gioco, quando Filipponi infila il 7-9 derivato da un minibreak di 3-1. Da lì, però, gradualmente i gialloneri ospiti cominciano a piazzare i mattoni che valgono l’allungo che sarà decisivo, a cavallo dei due tempi: al 7’ della ripresa Bologna scappa con la doppietta in pochi secondi di Cimatti (14-20), quindi, al 21’ il rigore di capitan Toschi e la rete di Calistri chiudono ogni velleità del Romagna (17-28).

Prima gara e prima sconfitta, dunque, per il Romagna nel nuovo campionato di serie B.

Le immagini della partita sono state trasmesse in diretta streaming.

La cronaca.

Pronti via e la gara si apre con il bell’intervento tra i pali di Lanzoni, quindi, dopo la traversa di Filipponi in contropiede, Valtancoli realizza una splendida rete dopo una serie di cambi di direzione sui 9 metri (1-1 al 4’). Lanzoni ci mette un’altra pezza sul tiro di Cavazzi, mentre Valtancoli impatta 3-3 su rigore. Pancaldi e Cimatti segnano il primo allungo 3-6 a metà tempo, con Simone Babini che accorcia dall’ala. Sul 4-8 coach Montanari ferma il tempo per il primo timeout della serata e, alla ripresa del gioco, i suoi ragazzi registrano un buon break di 3-1 per il 7-9 del 22’, con la rete di potenza di Filipponi. Lanzoni mette in saccoccia un altro paio di parate, mentre in attacco i locali cominciano a sbagliare qualche azione di troppo. Da una fase di gioco non particolarmente brillante, ne escono meglio gli ospiti che a 4’ dall’intervallo si ritrovano sul 8-13 grazie alle due reti consecutive di Felletti. Le ultime due reti del primo tempo sono particolarmente interessanti: il 9-13 arriva su azione personale di Valtancoli che con un paio di finte si libera per la conclusione sotto al sette alla sinistra del portiere; il 10-14 è il frutto della combinazione in velocità tra Filipponi e Nori che segna con un bel movimento.

Alla ripresa del gioco dopo l’intervallo, i locali segnano subito con la penetrazione di Filipponi (11-14), ma anzichè spingere ancora sull’acceleratore, il Romagna si ritrova sgonfio nelle idee e nelle conclusioni: in pochi minuti i felsinei scappano sul 12-18, grazie ad un rigore sbagliato e a diversi errori in transizione dei locali. Importanti le reti di Toschi, Calistri e Rossini. Lanzoni para ancora in due azioni consecutive e le reti in sequenza di Simone e Andrea Babini (14-18 al 7’) sono l’ultimo acuto, perchè, poi, il Romagna non riesce a restare aggrappato agli avversari. Entrambi i coach fanno ruotare tutti gli effettivi a disposizione e negli ultimi 15’ l’inerzia del match appare completamente a favore della Pallamano 1985 San Lazzaro, che è trascinato dalle reti di Cimatti (2), Norfo (2), Calistri (2), Cacciari e Felletti per il 17-26 al 17’. Nel frattempo un timeout a testa e parecchi errori in costruzione e al tiro, soprattutto per i locali che, alla lunga, non riescono più a reagire alle folate offensive dei gialloneri. Le esclusioni per 2’ a N.Mazzotti e T.Sami negli ultimi non facilitano di certo il cammino del Romagna che alza bandiera bianca (ultime reti di Zaccaria e Gilardi) fino al massimo svantaggio raggiunto proprio allo scadere, con la rete su rigore di Calistri a 30” dalla sirena.

Applausi agli avversari che nella ripresa hanno saputo dominare il ritmo del match, vincendo meritatamente e raggiungendo la vetta della classifica (a parimerito). Applausi anche ai giovani ragazzi del Romagna, scesi in campo con una formazione rimaneggiata e fondata essenzialmente sul gruppo under 19 che fa riferimento a Faenza.

Prossimo impegno, sempre casalingo, per la Pallamano Romagna sabato 27 marzo alle 18 contro Secchia Rubiera che, nel frattempo, avrà l’occasione di salire in vetta solitaria alla classifica, nella trasferta domenicale a Carpine.

Serie B 4^ giornata

PALLAMANO ROMAGNA-PALLAMANO 85 SAN LAZZARO 20-33 (p.t. 10-14)

Romagna: Lanzoni, Emiliani, S.Babini 2, A.Babini 2, Conti 1, T.Sami 1, Filipponi 4, Giraldi 1, G.Mazzotti, N.Mazzotti, Nori 3, Valtancoli 4, Zaccaria 2, Zama. All: L.Montanari

San Lazzaro: Dallari, Dall’Olio, Mingarelli, Bozzoli 2, Cacciari 3, Calistri 5, Cavazzi 3, Cimatti 4, Felletti 3, Michetti, Norfo 3, Pancaldi 6, Parmeggiani, Rossini 1, Toschi 3. All: Fabbri

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi