Serie B. Vittoria sofferta ma meritata per l’Asd Handball Scicli Social Club all’esordio stagionale.

Scicli.  Vittoria sofferta ma meritata per l’Asd Handball Scicli Social Club all’esordio stagionale nel campionato di serie B. In grande evidenza il portiere Gioele Occhipinti.

Tabellino

SCICLI SOCIAL CLUB –  AETNA MASCALUCIA  25-24 (pt 12-13).

SCICLI SOCIAL CLUB: G. Occhipinti, Ficili (2), B. Marino (1), Ballaera (4), Ciavorella (7), Carbone (7), Drago, Sammito, Causarano (3), Russino, Nakoue, Costa (1),  J. Marino, A. Occhipinti. Allenatore: Giovanni Marino.

AETNA MASCALUCIA: Torrisi, Consoli (6), Magnifico (4), Aiello, Zappalà, Bandiera (5), Giuffrida (7), G. Trovato, Santonocito, Campione, S. Trovato, Battiato (2), Leonardi., Portaro, Tilotta, Di Benedetto. Allenatore: Piero Pistone.

ARBITRI: Michelangelo Manuele e Davide Schiavone.

I padroni di casa hanno superato l’ostica squadra etnea al termine di una partita scoppiettante. I ragazzi di Giovanni Marino hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo e hanno regalato emozioni indescrivibili,  a non finire, soprattutto nel finale, influenzando il numeroso pubblico, alla fine  in delirio. La squadra dai colori sociali gialloverdi (scesa in campo con un’elegante maglia verde) pur giocando con qualche atleta non al meglio della condizione fisica è riuscita ad imbrigliare il temibile team ospite, con un’attenta ed arcigna difesa.

Sembra partire meglio la squadra di casa, che ha sbloccato la partita con Ballaera e ha tentato la fuga (7-3), fino a quando non è salito in cattedra l’ispirato Consoli, coadiuvato da Giuffrida e Magnifico, che hanno guidato la loro squadra alla rimonta (10-10). Gli ospiti hanno concluso la prima frazione di gioco in vantaggio (12-13). Da evidenziare in questa frazione di gioco la prova dell’estremo difensore locale che ha parato, con un ottimo intuito, due tiri dai sette metri, di Bandiera e Giuffrida.

Nella ripresa sono stati gli etnei a condurre fino al ventesimo minuto, agevolati anche dalla superiorità numerica per l’espulsione del capitano Ficili (20-21). Nei rimanenti dieci minuti i ragazzi di Marino sono stati eccezionali nel ribaltare il parziale, chiudendo la partita per 25-24, dopo che il portiere Occhipinti più volte ha negato la gioia del gol agli avversari, ma alla fine si è superato nel respingere un insidioso tiro di Giuffrida, quando mancavano pochi secondi al suono della sirena.

Giovanni Marino con professionalità e molta sportività ha spiegato: “Non abbiamo giocato una partita entusiasmante per via dei numerosi errori in fase di realizzazione, ma va bene il risultato, contro un avversario di ottimo livello non abbiamo sfigurato. A inizio stagione è sempre importante fare punti e mettere fieno in cascina. E pur non giocando una grande partita, abbiamo visto che quando serve dell’altro i ragazzi sono capaci di darlo. Dobbiamo continuare al lavorare con tanto spirito di sacrificio ed umiltà”.

 

 

 

Messa in archivio  questa tonificante vittoria non resta che prestare la massima attenzione alla gara di domenica prossima, 22 ottobre, quando la squadra si recherà a far visita alla Teamnetwork Albatro Siracusa, presso la palestra Akradina.