Tavarnelle, bilancio altamente positivo

Nell’ultima partita del 2016, prima della lunga sosta natalizia, il Chiantibanca Tavarnelle viene superato dalla capolista del girone B di questo avvincente Campionato di serie A, il Carpi, che ha inanellato così ben nove vittorie consecutive confermandosi una delle protagoniste della stagione. Dal canto suo il Tavarnelle ha ben poco da rimproverarsi: nove punti nelle ultime cinque partite parlano da soli e il bilancio dell’anno che sta per concludersi è sicuramente in attivo. Nessuno mai si sarebbe aspettato una così brillante performance da una neopromossa; considerata la cenerentola dai più, ha saputo ritagliarsi il suo spazio e la sua credibilità nel difficile mondo della pallamano italiana. La gara di sabato scorso al Pala Francioli di Colle val d’Elsa, ha visto subito un Carpi solido e ben schierato dal tecnico Ilic che ha dato fin dall’inizio filo da torcere al Tavarnelle. I chiantigiani di Pelacchi non stanno però a guardare e ribattono almeno fino al 17′ punto su punto mantenendosi in equilibrio (7-7). Nella seconda metà della frazione di gara è però il Carpi che affonda un po’ di più e si porta, trascinato da un implacabile Bosnjak, sopra quattro lunghezze al fischio della fine del tempo (9-13). Nella ripresa i padroni di casa partono in quarta e affibbiano un parziale di 3-0 recuperando il gap, ma è solo un flash perché i modenesi, illuminati da un ispirato Pivetta, restituiscono subito il break riportandosi sul 13-17. Tavarnelle si smarrisce e lascia troppi spazi agli avversari che ne approfittano subito dimostrandosi una vera macchina da guerra. Il Carpi non si ferma più e si porta al 56′ su un +7 che si trascinerà ormai fino al risultato finale di 21-28. La squadra di coach Matteo Pelacchi esce comunque a testa alta da questa fase del campionato che conclude il 2016 e continua a mantenersi al sesto posto della classifica con 12 punti sopra al Cingoli che perde in casa con il Città S. Angelo (19-28), l’Ancona battuto agevolmente dal Romagna (19-29) e il Nonantola. Commozione per i saluti all’atleta del Tavarnelle Jiri Bednarek che torna nella sua Repubblica Ceca per motivi familiari. Il contributo di questo ragazzo è stato importante già nella scorsa stagione per la promozione in serie A e altrettanto in tutte le undici gare fin qui disputate dai bianco verdi. La sosta servirà al tecnico Pelacchi per riordinare le idee e studiare i nuovi assetti della squadra rimasta “orfana” di un giocatore strategico.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi