Tavarnelle, l’ultima in casa è un ko ma stagione resta positiva

Nell’ultima gara casalinga nel magnifico “Palafrancioli” di Colle Val d’Elsa, il Chiantibanca Tavarnelle non riesce a congedarsi dal suo pubblico con una vittoria. Il Cingoli, già salvo come i padroni di casa, non ha nessuna intenzione di lasciare punti in questa trasferta e, memore della cocente sconfitta subita nella regular season proprio qui in casa dei chiantigiani, dimostra di essere concentratissimo solo nel dimostrare la sua superiorità violata. Dal canto suo il Tavarnelle affronta questa partita ben diversamente da quella con l’Ancona e si mantiene in equilibrio almeno per i 17 minuti del primo tempo. Lo spettacolo offerto dalle due squadre è avvincente e si lasciano apprezzare buone azioni offensive. Il Tavarnelle ha molte più lacune in difesa e i marchigiani penetrano facilmente premendo sull’acceleratore e chiudendo la prima frazione su un +5  (15-20) che li carica ulteriormente. Nel secondo tempo il Cingoli insiste con caparbietà nel cercare ad ogni costo quel successo che gli consentirebbe di superare Tavarnelle nella classifica di questi play-out, ma i biancoverdi di Pelacchi non cedono troppo facilmente e si mantengono in partita almeno fino al 45′ quando il tabellone indica un 27-29 che lascia ancora sperare. Gli ultimi minuti, però, dopo alcuni grossolani errori in difesa e in fase di rimessa dei biancoverdi, vedono prendere il volo degli avversari che al 55′ si trovano di nuovo a + 6 (30-36). Con le ultime forze rimaste il Tavarnelle riesce ad uscire dal campo con il risultato finale di 34-38 che non è una disfatta ma che gli fa perdere una posizione a vantaggio proprio del Cingoli. Adesso rimane soltanto la trasferta a Brescia di sabato prossimo (1 aprile ore 15,00)  per la quarta ed ultima giornata dei playout dopo la quale la squadra e la società potranno, con la soddisfazione di aver onorato alla grande questo campionato di serie A, concedersi il meritato riposo e pensare alla prossima stagione. Nell’altro incontro dei playout, il Cologne battendo in trasferta l’Ancona, si conferma la quinta forza del girone, rimandando allo scontro diretto proprio tra Ancona e Nonantola di sabato prossimo, il verdetto per la retrocessione. Nei playoff, scoop del Romagna che batte la capolista Carpi, rimettendo in gioco anche il Città S.Angelo che si impone a Bologna 31-26.

 

TAVARNELLE: Ciani, Vucci, Lastrucci 3, Bevanati 4, Provvedi F. 7, Graziosi 1, Borgianni 4, Pierattoni 3, Vermigli 3, Corti 1, Provvedi L., Petrangeli 4, Varvarito 4, Silei. All.: Pelacchi.

CINGOLI: Nuccelli E., Barigelli, Camperio, Gentilozzi, Ilari 7, Rubbo 13, Matijasevic, Strappini 10, Russo 2, Grasselli, Trillini, Mangoni 3, Nuccelli M. 3. All.: Nocelli

ARBITRI: Anastasio, Falcone