Tavarnelle, sconfitta interna contro Cologne

Dopo la sosta di due turni, per il doppio impegno della Nazionale Italiana con la Georgia nelle qualificazioni agli Europei del 2020, è ripartito sabato il Campionato di serie A. ChiantiBanca ospitava i lombardi del Cologne che attraversano un momento molto positivo avendo battuto in casa proprio quel Cingoli che ha invece strapazzato il Tavarnelle nell’ultima trasferta. La gara si rivela subito molto difficile contro una squadra molto compatta, arcigna e ben impostata dal tecnico Britos Carlos; i bianco verdi di Pelacchi sono costretti a tamponare le veloci e micidiali incursioni del Cologne. I primi 10′ sono a senso unico e i padroni di casa riescono a fare una sola rete (1-4). Al 19′  sul 4-9, Pelacchi chiama un timeout necessario per riordinare un po’ le idee, ma ci vogliono ancora 5 minuti di netto predominio del Cologne che li porta al + 6 del 6-12 perché Tavarnelle si svegli. Finalmente la squadra recupera fiducia e l’atteggiamento in campo cambia totalmente; la difesa diventa attenta e i grigio-rosa non passano più: sbilanciati troppo in avanti subiscono a loro volta contropiedi e azioni di rimessa veloci. Neanche il timeout richiesto da Britos serve ad arginare la furia Tavarnellina e in 6 minuti un micidiale break di 6-0 ristabilisce la parità proprio sul fischio della prima frazione(12-12).  Nella ripresa sembrano più preoccupati gli ospiti e infatti Tavarnelle gestisce il vantaggio fino al 37′ quando il tabellone indica ancora 18-16. La partita diventa nervosa, ci sono diverse esclusioni di 2′ che condizionano un po’ l’andamento del gioco, ma nonostante tutto  l’esito della gara rimane apertissimo e il punteggio sempre  in bilico (al 43′ 21-21, al 50′ 23-24). Negli ultimi minuti (al 52′) Tavarnelle fallisce la rete del possibile 24-25 che avrebbe dato forse lo sprint finale e, come succede spesso nella pallamano, gli avversari ne approfittano subito: il Cologne si riporta sul +2 e da quel momento non c’è più niente da fare per i chiantigiani che non riusciranno a colmare il gap nonostante una disperata reazione finale. La gara si chiude sul 29-32 che non è certo una disfatta, ma nell’ottica della salvezza è una chiara occasione perduta per allungare un po’ dall’ultima in classifica Nonantola di nuovo sconfitta a Città S.Angelo. Il numeroso pubblico (molti anche da Cologne) del Palafrancioli a Colle Val d’Elsa ha potuto comunque assistere ad un bello spettacolo di pallamano degno della serie A. Gli altri incontri del girone, oltre alla sconfitta del Nonantola, hanno visto il Carpi battere il Romagna per 21-17, il Cingoli 30-22 sull’Ancona.

 

TAVARNELLE: Ciani, Zoppi, Vucci Stefano, Graziosi, Vermigli 5, Vucci Simone, Pierattoni 2, Varvarito, Bevanati, Provvedi Francesco 6, Petrangeli 4, Bednarek 3, Borgianni 9, Provvedi Lorenzo. All.: Pelacchi Matteo.

COLOGNE: Gavidia 7, Mercandelli 3, Cavalleri, Foglia 4, Petruzzi, Barbariga 2, Piantoni 4, Sirani A., Basel, Sirani C., Alessandrini 1, Battel, Soldi 6, Lancini 5. All: Britos Carlos.