Tempo scaduto. Ma Purromuto si è ricandidato?

Le jeaux sont faits. Con un comunicato stampa pubblicato ieri poco dopo le 17.30 la FIGH ha dichiarato chiusi i termini per il deposito delle candidature in occasione della XXX Assemblea Nazionale ordinaria elettiva che si terrà domenica 12 marzo a Roma. Tempo scaduto, chi è dentro è dentro…. Appunto, ma chi è dentro? Soprattutto, si chiedono un po’ tutti, il presidente uscente Francesco Purromuto ha presentato, così come si vociferava nella serata di ieri, la sua (ri)candidatura? Intrigo fittissimo. È, infatti, un vero e proprio mistero quello che avvolge il longevo avvocato siciliano in quanto, al netto di una sibillina risposta data al collega Valerio Piccioni in una short interview pubblicata dalla Gazzetta dello Sport (“Si ricandida? Perchè no…”), latita qualsiasi tipo di informazione, anche ufficiosa, al riguardo. Eppure tra meno di tre settimane la Governance da Lui guidata dovrà sottoporsi al voto del Movimento! E poi, cosa dire sul Programma da sottoporre al giudizio degli elettori? Qualche settimana fa il blog Pallamano Caffè annunciò di essere entrato in possesso dei programmi elettorali dei due (?) contendenti alla Poltrona Federale. E allora? Che fine ha fatto il Programma di Purromuto atteso che quello di Loria e del “Perimetro” è on line già da un bel po’ di tempo (www.pallamano2016.it)? E ancora: mistero sulla ricandidatura di Purromuto, silenzio sul Programma ma anche bocche cucite sulla squadra purromutiana che si propone per il Consiglio Federale (dove il “Perimetro” parte in vantaggio grazie alla vittoria conquistata alle votazioni dei Grandi Elettori ndr) … In assenza di comunicazioni, quantomeno ufficiose, rimaniamo nel campo delle ipotesi. Ma non è così che funziona nella vita reale! Buon senso e rispetto per tutto il Movimento, imporrebbero, invece, una dichiarazione ufficiale di Francesco Purromuto, qualcosa che dia il senso di una competizione elettorale che c’è e che non si può far finta di ignorare. Significherebbe, è vero, legittimare i propri avversari, quelli che proprio attraverso questo sito hanno chiarito con largo anticipo idee, programmi e progetti, quelli che c’hanno messo la faccia “fregandosene” delle “paure”, delle “ritorsioni”, dei “timori” che colpevolmente, ingiustamente, accompagnano la pallamano italiana soprattutto quando c’è da decidere a chi affidare il Comando. Ma forse chiediamo troppo ad un Governo da sempre chiuso in se stesso, allergico al dialogo soprattutto con i dissenzienti… Ma il tempo delle “purghe” di Stato è finito, così come non ha più ragione d’esistere il clima da Santa Inquisizione che pure sta accompagnando in questi giorni la vita di molti club e per questo sarebbe importante che fosse lo stesso Purromuto a chiarire posizione e programmi del suo gruppo in questi giorni di vigilia elettorale anche per stemperare un clima diventato oggettivamente troppo pesante. Chiediamo troppo anche in questo caso? Ancora sì. E allora, in attesa di news, non ci resta che attendere qualche opportuna imbeccata/anticipazione da parte degli instancabili e valorosi “comunicatori” Bianco e Tiralongo, alfieri e simboli dell’attuale Governance, gli unici per la componente che fa capo a Purromuto (ma anche Dicarolo, Bazzanella, etc. etc.) ad averci messo la faccia in queste settimane di estenuanti chiacchiere da bar. Ci affidiamo al sanguigno ultras del Fasano e al dotto giocatore (Ex? Ancora in attività?) del Gaeta per saperne di più. Con simpatia continueremo a leggerli….

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi