Torna al successo la Darwin Tech Mascalucia

Torna al successo la Darwin Tech Mascalucia del presidente Sergio Pagano che sabato sera, davanti al pubblico amico, ha battuto nettamente la Pallamano Noci per 30 a 23 (primo tempo 18 a 7). Una vittoria molto importante per capitan Consoli, Pappalardo, Costanzo, Mineo e compagni che avevano bisogno di punti per allontanarsi dalla bagarre del fondo classifica ma soprattutto avevano la necessità di ulteriori certezze dopo la bella ma sfortunata prova del turno precedente contro la capolista Albatro Siracusa. Di contro i pugliesi, allenati dall’ex capitano azzurro Pasquale Maione, venivano da una serie di risultati positivi e proprio in Sicilia (contro Alcamo e Cus Palermo ndr.) avevano disputato prestazioni convincenti che avevano portato anche punti “pesanti” per le ambizioni di vertice del team pugliese. Come dire, insomma, gara in cui era vietato sbagliare e così è stato. Dopo 15 minuti di sostanziale equilibrio (6 a 4) un break impressionante fatto di difese arcigne, strepitose parate di Seby Coppola e di ripartenze fulminanti consentivano ai padroni di casa trascinati da Francesco Giuffrida di andare al riposo per 18 a 7. Nella ripresa reazione d’orgoglio degli ospiti che trascinati da capitan Laera, dal talentuoso De Luca e dall’esperto Corcione tentavano di rientrare in partita senza mai riuscire a riaprire la contesa. Erano le reti di Dario Consoli e di un ritrovato Alessio Cardullo (nelle foto) a sancire la meritata vittoria e i due punti fondamentali per il prosieguo della stagione della Darwin Tech. “Vittoria molto importante contro la quarta forza del campionato venuta in Sicilia per provare a conquistare un risultato positivo – dice mister Salvo Cardaci – I nostri ragazzi hanno giocato un primo tempo davvero importante e anche l’inizio della ripresa con un vantaggio cospicuo che siamo riusciti a gestire nel finale quando i ragazzi hanno subito la reazione del Noci”. Nella seconda parte di gara (ben diretta dai lombardi Falvo e Corioni) spazio anche a chi ha giocato di meno con Bruno Cristaudo, i rientranti Endi Xethani, Alessio Paganello e lo spagnolo Miguel Pradas che hanno fatto minutaggio mostrando un’apprezzabile condizione fisica e mentale. Insomma punti fondamentali per questa parte finale della stagione regolare che si chiuderà sabato prossimo a Putignano in casa del fanalino di coda. Proprio in terra pugliese i mascaluciesi dovranno provare ad ottenere ancora dei punti per partire nella cosidetta ‘fase a orologio’ in una posizione tranquilla che permetta il raggiungimento del traguardo stagionale che, oltre alla permanenza nella seconda serie nazionale, veda anche la completa valorizzazione dei numerosi under 17 e 19 già inseriti in pianta stabile nella prima squadra.