U18M Gir. D, grandi sfide in vista

Due giorni all’inizio delle Finali Nazionali Under 18 maschile che si terranno a Noci a partire da questo venerdì (24 Giugno ndr). Concludiamo il nostro approfondimento sulle squadre impegnate con il girone D composto da Crenna, Cassano Magnago, Tavarnelle e Gaeta. Ben tre campioni regionali ed una squadra classificata come seconda, il Cassano, ma dal grande valore tecnico. Cominciamo proprio dal team caro al patron Massimo Petazzi che arriva a questo torneo da seconda classificata. Il massimo dirigente la vede così: “Come sempre puntiamo almeno alla semifinale, abbiamo nelle nostre corde questa possibilità e proveremo a centrarla. Il lavoro del nostro settore giovanile ci ha sempre dato grandi soddisfazioni e per questo motivo questa vetrina è anche un modo per gratificare i ragazzi che si impegnano tanto”. Chi ha costretto alla seconda piazza in campionato il Cassano Magnago è il Crenna che lo scorso anno chiuse al terzo posto. Il dirigente Corrado Colombo seguirà la squadra a Noci: “La nostra compagine ha tutto per fare bene, vogliamo migliorare il terzo posto dello scorso anno e ce la giocheremo ad armi pari con tutte. I ragazzi sono molto motivati anche perché arrivano per la prima volta da campioni regionali, si stanno allenando seriamente sotto gli occhi attenti dell’allenatore Andrea Mazza e puntano al massimo. Il girone? Il Cassano è il nostro avversario storico, c’è una bella rivalità e la partita contro di loro sarà determinante per le sorti della qualificazione. Di Tavarnelle e Gaeta conosco poco”. Il Tavarnelle cercherà di ritagliarsi il ruolo da outsider come sottolinea il tecnico Davide Pierattoni: “Possiamo essere la sorpresa del torneo. Non andiamo lì con spavalderia ma possiamo dire la nostra, la rosa è molto giovane con tutti classe ’99 ma gioca insieme dall’Under 12. Il girone è molto arduo ma proveremo a dare il tutto per tutto, i ragazzi si sentono pronti perché si allenano con intensità. Mi aspetto grandi prove da loro anche perché alcuni aiuteranno la prima squadra in A1 l’anno prossimo”. Chiudiamo con la compagine laziale del Gaeta che avrà in panchina Damiano Macera: “La squadra è composta da ’99 e qualche 2000, abbiamo lavorato bene anche perché questo gruppo ha anticipato i tempi rispetto a quanto era stato programmato dalla società. Venderemo cara la pelle, ci stiamo preparando bene dal punto di vista atletico perché giocheremo ad orari scomodi e dobbiamo testarci per non soffrire troppo. Punteremo a fare punti, ci misureremo contro squadre fortissime e per noi sarà un ottimo banco di prova. Molti ragazzi non sono alla loro prima esperienza in una Finale Nazionale per cui conosciamo il clima che troveremo. La società è felice, io personalmente seguo questi giovani da quattro anni e sono molto contento per i risultati ottenuti”.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi