UISP’80 Pallamano Putignano, Luca Laterza è il nuovo capitano

Con il campionato ormai concluso da un mese per la UISP’80 Pallamano Putignano è tempo di pensare al futuro. Sono infatti in corso i colloqui con tutti i giocatori per programmare insieme la prossima stagione e stabilire i nuovi traguardi da conquistare rimanendo sempre fedeli al progetto iniziato ormai 5 anni fa che mira a valorizzare gli atleti delle giovanili. Nell’ottica di un rinnovamento di queste promesse la dirigenza in condivisione con i senatori del gruppo ha deciso di premiare con la fascia da capitano un giocatore che tra le file dei rossoblù ha svolto tutto il suo percorso giovanile e che ormai da anni è un caposaldo della rosa putignanese. Il ragazzo in questione è Luca Laterza, ala sinistra e centrale classe ’94 che riceve così un importante premio per la sua 15esima stagione consecutiva con la casacca rossoblù. Partito come un componente di un gruppetto di 8 bambini di età compresa tra gli 8 e i 10 anni guidati dal tecnico Giuseppe Bianco, Luca si è sempre contraddistinto per bravura e disciplina, oltre che per un innato carisma che lo porta ad essere nominato capitano del gruppo ‘94/’95 con cui condividerà gioie e dolori come due fasi finali nazionali di categoria solo sfiorate in under 14 e 16. Luca comunque si rifà alla grande partecipando a soli 14 anni alle trionfanti finali nazionali under 16 in cui i ragazzi del gruppo ’92 del Putignano guidati dai mister Anthony Laera, Gianni Cervellera e Domenico Perrini conquistano il secondo posto. Nell’anno della serie A1 Luca conquista sempre più spazio con il passare delle giornate dimostrando tutte le sue qualità di arcigno difensore e valente ala sinistra con grandi doti di contropiedista. In difesa trova il suo habitat ideale come centro-avanti dimostrando di essere in più riprese un invalicabile avamposto del fortino posto a guardia della porta. In questi 5 anni è stato uno dei giocatori simboli del Putignano che non si arrende e che non teme la maggiore fisicità di altre squadre, ma che anzi fa della resilienza il suo punto di forza. Quando le cose sembrano andare male ecco che la squadra pare rinascere e Luca è sempre stato uno di quelli che non ha mai alzato bandiera bianca, ma ha sempre lottato fino all’ultimo secondo. La sua nomina a capitano è quindi un esempio per tutti i componenti del settore giovanile: lavora duro, lotta fino allo stremo delle forze e allora sarai sicuramente ricompensato. In merito a questa decisione comunicata ai giocatori durante la cena finale di squadra abbiamo raccolto le dichiarazioni del neocapitano Luca Laterza e anche dell’ex capitano Giuseppe Santoro che nonostante sia rimasto orfano della fascia rimane uno dei pilastri della squadra. Luca Laterza: “Innanzitutto vorrei dire che sono orgoglioso e onorato di essere il prossimo capitano della prima squadra. Vorrei ringraziare il gruppo ma soprattutto i senatori della squadra per avermi scelto come loro guida perché vuole dire che hanno visto in me una persona capace e matura per ricoprire questo ruolo. Cercherò di essere un valido esempio a non mollare mai, dentro e fuori dal campo, soprattutto per la nuova generazione che si sta affacciando in prima squadra. Mi metterò a disposizione del gruppo e di ogni singolo compagno soprattutto quando dovremo affrontare dei momenti non felici. Sono una persona di poche parole, a cui piace dimostrare le cose con i fatti e allora spero di poter dare alla squadra la giusta grinta e il giusto carisma per affrontare al meglio la prossima stagione. Per me sarà una grande sfida da affrontare perché il ruolo del capitano è duro e comporta grandi responsabilità, ma mi sento pronto e sono sicuro che non deluderò i miei compagni di squadra, il mister e la società.” Giuseppe Santoro: “Sono contento di cedere questa carica a Luca e sono certo che sia pronto a ricoprire questo importante ruolo. È sicuramente uno dei ragazzi che porterà avanti ancora per tanto tempo la bandiera di questa squadra.”