UISP’80 Pallamano Putignano, pareggio amaro

Dopo 4 vittorie consecutive la UISP’80 Pallamano Putignano registra un mezzo passo falso pareggiando con il coriaceo Proger Teramo. Il risultato finale di 21 a 21 è frutto di una condotta di gara double-face da parte dei rossoblù che nel primo tempo hanno dimostrato ancora una volta di essere una squadra determinata e che non conosce il significato della parola “resa”, salvo poi farsi coinvolgere in una spirale di irrequietezza e agitazione figlia di alcuni episodi poco chiari avvenuti nella ripresa. I ragazzi di mister Perrini falliscono così l’aggancio al Città Sant’Angelo in vetta alla classifica reso possibile dall’inaspettata sconfitta degli abruzzesi contro la Lazio che si dimostra ancora una volta una squadra temibilissima soprattutto in casa propria. Ad approfittare della debacle dei bianco-arancioni è invece il Manfredonia che superando il Ginosa si porta al primo posto in coabitazione con gli abruzzesi, confermando il suo status di miglior sorpresa positiva del girone insieme all’Atellana. Il match non parte nel migliore dei modi per i rossoblù che, forse a causa della tensione dovuta all’importanza della sfida o dei tanti chilometri affrontati, inizialmente sembrano un po’ contratti. Fortunatamente, dopo il passivo di 4 a 1 registrato nei primi 5 minuti di gioco, due gol di Luca Laterza danno il la alla rimonta putignanese che vede protagonista tutti i giocatori impiegati da mister Perrini. Degni di nota i cinici gol di Fanizza, autore fra gli altri del tiro a pallonetto da posizione di ala sinistra che significa primo vantaggio del Putignano dopo 17 minuti di gioco. Santoro e compagni concludono la prima frazione in scioltezza uscendo indenni da tutte le trappole tattiche che mister Chionchio pone per cercare di limitare i danni e usare l’intervallo tra primo e secondo tempo per riorganizzare le idee. Alla fine la prima frazione di gioco si conclude con il parziale di 11 a 15 in favore di un Putignano apparso decisamente in buona salute. Al ritorno in campo, però, la compagine rossoblù inizia ad inanellare una serie di falli in fase offensiva che permettono al Teramo di rialzare la china e portarsi sul 14 a 17 dopo 10 minuti della ripresa. Il passivo sarebbe stato ancora più pesante per i ragazzi di mister Perrini se i due portieri Lippolis e Laterza non avessero neutralizzato ben 3 rigori in questo intervallo di tempo. Ancora più traumatici sono i successivi 10 minuti dove i putignanesi segnano solo due gol con Adone e Fanizza facendosi rimontare fino al 19 pari. La partita diventa nervosa, il portiere Antonio Lippolis subisce una spinta da parte del pivot abruzzese non vista dagli arbitri, ma non per questo fa mancare il suo straordinario apporto anche quando la panchina della UISP’80 subisce due sanzioni disciplinari piuttosto dubbie, soprattutto la prima che è dovuta a delle proteste esagerate che invece provengono dagli spalti. Seppur perennemente con uno o due uomini in meno, negli ultimi 10 minuti il Putignano resiste all’avanzata biancorossa e conquista un pareggio dal sapore amaro per quanto visto nella prima frazione di gioco, ma tutto sommato buono considerando l’andamento del finale di gara. Alla fine la UISP’80 ritorna a casa con un punto che non era per niente scontato. L’amaro in bocca per il pareggio e il mancato aggancio alla vetta potrà essere scacciato via già sabato prossimo con una prestazione maiuscola contro la Lazio in casa. La sfida non sarà per niente facile essendo i biancoazzurri una squadra esperta e galvanizzata dalla recente vittoria contro la capolista. Il Putignano dovrà ripartire dall’egregia seconda parte del primo tempo contro gli abruzzesi per far sì che la palestra della “Stefano da Putignano” rimanga inviolata. Notevole dovrà essere anche l’apporto dei suoi tifosi sempre pronti a trasmettere il loro affetto alla squadra. Per finire ricordiamo l’appuntamento di questa sera alle ore 19.00 per la prima partita in casa dell’under 17 contro l’Andria del grande ex Nicola Realmonte.

 

NHC Proger Teramo vs UISP’80 Pallamano Putignano: 21 -21 (11 – 15 PT)

Teramo: Arduini, Buccione 1, Canzanese, Cinelli 1, Di Gialluca, Morale 1, Sturba, Santucci 7, Savini 2, Angeloni 2, Camaioni, Barbuti 4, di Sabatino 3, Ricci; All. Chionchio;

Putignano: Adone 3, Campanella 1, Fanizza 7, Laera C. 1, Laera N., Laterza L. 3, Laterza V., Losavio, Santoro G. 5, Santoro M., Lippolis, Montalto 2, Morano, Tinelli; All: Perrini;

Arbitri: De Marco e Carcea;

Classifica: Città Sant’Angelo, Manfredonia 10, Putignano9; Atellana 8, Teramo 7, Capua, Lazio 6, Altamura, Fondi 2; Ginosa 0;

Altri risultati della settimana:

Lazio – Città Sant’Angelo: 27 – 26;

Atellana – Fondi: 29 – 21;

Altamura – Capua: 29 – 30;

Manfredonia – Ginosa: 30 -29;

 

 

 

Ufficio stampa UISP’80 Pallamano Putignano

error: Il contenuto è protetto!