Under 20 Femminile, parte la Youth League Nazionale: Casalgrande Padana a Salerno.

Il campionato nazionale Under 20 – Youth League di pallamano femminile sta per prendere il via: la Casalgrande Padana è quindi pronta per affrontare il primo concentramento stagionale, in programma al pala Palumbo di Salerno. Le biancorosse allenate da Marco Agazzani sono state inserite nel girone D insieme a Starmed Tms Teramo, Lions Sassari e ovviamente alle padrone di casa: il lotto si completa con la formazione federale, che va sotto il nome di “Primule Azzurre”. Nella fattispecie, l’organico allestito dalla Figh comprende ragazze nate dal 2006 in avanti: si tratta di giocatrici inserite nel processo di selezione che porterà a comporre la nuova Nazionale Under 17.

Per quanto riguarda nel dettaglio il programma delle sfide che coinvolgeranno la formazione ceramica, venerdì 16 dicembre la Padana affronterà Salerno con fischio d’inizio alle ore 16.30: il giorno seguente, ossia sabato 17, le casalgrandesi si confronteranno con il Lions Sassari a partire da mezzogiorno. Tutto ciò fino a giungere al doppio impegno previsto per domenica 18 dicembre: dalle ore 9 la Padana affronterà la Starmed Tms Teramo, poi alle 16 scatterà il confronto tra le biancorosse e le Primule Azzurre.

Dopo le gare in terra campana, le squadre del tabellone D verranno inserite in un gruppo unico (denominato 2) con le formazioni del girone C: si tratta di Chiaravalle, Cassa Rurale Pontinia, Camerano e Chieti. Ciascun organico manterrà i punti conquistati in classifica dopo la prima fase. Con questa nuova formulazione si giocheranno altri due concentramenti: al pala Keope di Casalgrande dal 27 al 29 gennaio, poi a Chieti nel periodo 10-12 marzo. Al termine le prime quattro in classifica del gruppo 2 accederanno alle finali a 8, che dal 1° al 4 giugno 2023 assegneranno il tricolore di categoria: in ogni caso, le Primule Azzurre non potranno partecipare alle finali scudetto.

“Per adesso, non abbiamo fissato un obiettivo minimo da raggiungere sul piano del rendimento – spiega Giulia Mattioli, pivot della Casalgrande Padana sia in serie A1 sia in Under 20 – Il vero traguardo che ci poniamo sta nel conquistare il maggior numero possibile di vittorie, ma senza proclami: per tanti versi la nostra Under 20 è una vera scommessa, e dunque non è affatto il caso di calcare la mano con parole troppo roboanti. Il nostro organico è infatti composto da una larghissima quota di ragazze Under 17, che costituiscono quasi la metà del totale: loro disputano il campionato regionale, e dunque generalmente si allenano in momenti differenti rispetto a noi che abbiamo qualche anno in più. I due blocchi, Under 20 e Under 17, hanno iniziato a lavorare insieme in palestra soltanto questa settimana: proprio in vista del concentramento di Salerno. Di conseguenza ci presenteremo al pala Palumbo con un assetto di gioco non collaudatissimo, e ciò potrebbe portare qualche ostacolo supplementare da dover superare”.

La promettente pivot classe 2004 fa inoltre il punto sulla sfida inaugurale: “Senza nulla togliere alle altre avversarie che ci attendono, ritengo che il duello con Salerno sarà quello più complesso per noi. Il nostro viaggio verso la Campania si svolgerà in pullman: partiremo alle 5 di venerdì mattina, poi alle 16,30 dovremo già essere sul parquet. Un tragitto non certo tra i più comodi, che di certo potrà sottrarci energie preziose: peraltro, ne abbiamo esperienza anche a livello di serie A1. Come se non bastasse debutteremo sfidando proprio la formazione di casa, che può contare sia su un organico di buon livello sia sul buon sostegno da parte della platea locale”.

“Ad ogni modo, vanno anche menzionate alcune rilevanti carte a nostro favore – rimarca Giulia Mattioli – Innanzitutto, la condizione fisica complessiva della squadra si presenta soddisfacente: salvo sorprese dell’ultimissima ora, ci presenteremo infatti al completo. Inoltre il morale è molto carico, e non si tratta affatto di un semplice slogan di circostanza: tutte noi siamo più che motivate nell’inseguire e nel raggiungere l’obiettivo di fare bene, per arrivare nel migliore dei modi al concentramento che si svolgerà in gennaio a casa nostra. In più siamo circondate da un’elevata reputazione da difendere, e ne siamo ben consapevoli: l’anno scorso non abbiamo partecipato all’Under 20 femminile, ma nel 2020/21 Casalgrande ha conquistato un ottimo 3° posto nazionale con tanto di finale sfiorata. All’epoca la Padana era guidata da Giorgia Di Fazzio: oggi ci sono un altro organico e un altro allenatore, ma abbiamo comunque ben chiaro il compito di mantenere la gloriosa tradizione che contraddistingue il nostro club anche a livello giovanile. Una missione complessa, ma che al tempo stesso fornisce un’ulteriore spinta sul piano motivazionale”.