UNDER 21: PETRARCA AREZZO QUALIFICATO ALLA FINAL 12

Ancora non si sono spenti gli echi del titolo regionale in Under 19 che la Petrarca Pallamano vive nuovi momenti di gloria. Stavolta il palcoscenico è il PalaMeoni di Castiglion Fiorentino e protagonista è la formazione Under 21 che dopo una due giorni di intense gare nel Qualification Round stacca il biglietto per la fase nazionale di categoria. Si andrà a giocare per lo scudetto, e questo è un fatto, grazie ad un secondo posto finale che vale oro.  I ragazzi di Saadi impattano 24 pari all’esordio con Benevento, soccombono poi pesantemente, 22 a 38, contro una motivatissima Fiorentina Handball. Una partita sbagliata per tanti versi, che in tornei simili di solito si paga cara.

Petrarca – Flavioni  Civitavecchia è l’ultimo match e sulla carta i giochi sono fatti. Benevento, sconfitta di misura, 21 a 26, da Fiorentina ma dilagante sui laziali,34 a 22,  appare saldamente seconda con due punti in più ed una differenza reti apparentemente di tutta sicurezza. Arezzo dovrebbe vincere l’ultima decisiva partita con ventiquattro reti di scarto. Un miracolo, o un impresa. Chiamiamola come vogliamo, ma Petrarca – Civitavecchia diventa la partita perfetta. Il sogno di ogni giocatore. Finisce 36 a 13. Le ventitrè reti di scarto bastano ad eguagliare i campani nella differenza reti ma nelle tre gare Arezzo è andata a segno 82 volte, Benevento solo 79 reti e quindi è la Petrarca che entra fra le dodici squadre che lotteranno per il tricolore, ironia della sorte, proprio a Benevento fra il 30 Maggio ed il 2 Giugno prossimi. Un  grande risultato, forse insperato e ad un certo punto ritenuto perso, ma che i ragazzi di Saadi hanno poi inseguito con caparbietà, sofferto, sudato e quanto mai meritato per la grande, grandissima soddisfazione di tutto l’ambiente.

Dunque si parte per la Campania verso una grande avventura. Fa un certo effetto scorrere il programma gare già predisposto dalla Federazione e vedere il nome Petrarca accostato all’elite della pallamano italiana. Entusiasmo ed un pizzico di incoscienza nel citare Trieste, Merano, Bologna, Cassano Magnago etc. Tutta la A1 o quasi, compreso la Junior Fasano campione d’Italia in carica.

Proprio i pugliesi, che schierano diversi elementi in rosa nella prima squadra, aspettano gli aretini nell’ esordio il 30 maggio. Partita ad eliminazione diretta, compito proibitivo, forse. Intanto il sogno continua.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi