Vittoria in rimonta per il Tavarnelle

La partita con l’Ancona aveva un significato doppiamente importante per i chiantigiani: voglia di riscatto dopo due sconfitte e conservazione di quel sesto posto in classifica fin qui difeso caparbiamente, con un Cingoli che rincorre lo stesso obiettivo sotto di un solo punto. Anche i marchigiani arrivano ben motivati per cercare di uscire dai bassifondi, forti del successo casalingo della scorsa giornata.  La gara si presenta subito difficile per i padroni di casa che dovranno subire per tutti i primi 30′ le azioni veloci in attacco e le chiusure blindate della difesa arcigna e ruvida dell’Ancona. I bianco verdi, in affanno, rincorrono sempre un punteggio sfavorevole fino al 18′ quando si trovano sotto di 4 lunghezze (6-10) e mister Pelacchi è costretto a chiamare il time-out. La reazione c’è e anche il recupero: in 4′ Tavarnelle con un 3-0 si riporta sul 9-10 e allora è l’Ancona costretta al time-out.  Negli ultimi  10′ comunque sono gli ospiti che dominano l’incontro mentre il Chiantibanca sembra smarrito e soprattutto nervoso. La prima frazione si chiude sull’11-15 dopo un perentorio 3-0 degli avversari. Il secondo tempo mostra un’ iniziale modesta reazione del Tavarnelle che riesce a concretizzare maggiormente, pur alternando buone conclusioni a errori difensivi di cui approfittano subito i dorici. Ma pian piano la musica cambia e il Tavarnelle si chiude maggiormente in difesa; l’Ancona trova molta più difficoltà a concludere e, finalmente, al 40′ il tabellone indica il primo pareggio (18-18). La svolta è tutta negli ultimi 10 minuti. I chiantigiani ci credono e combattono su tutte le palle utili portandosi sul vantaggio di + 3 del 48′ (25-22). L’Ancona comunque, anche se in debito d’ossigeno, non molla fino in fondo e si riporta al 54′  vicino al pareggio (26-25). Negli ultimi 2′, una comprensibile fase concitata di gioco sfocia comunque in un ulteriore doppio vantaggio per i locali e l’incontro si chiude con un meritato successo per 28-25 che convince per la generosa reazione in crescendo dimostrata dai ragazzi di Pelacchi. Adesso, con 18 punti in classifica, sesto posto mantenuto e, soprattutto, un risultato in campionato che va ben oltre le più rosee aspettative per una neopromossa in massima serie, rimane lo scoglio sabato prossimo a Nonantola, ultima gara della regular season che insieme ad Ancona-Cologne e Cingoli-Romagna, potrà dare il verdetto finale per la stesura della griglia dei Play-Out. In zona Play-off giochi ancora aperti per il secondo posto dove il Romagna perde ai rigori 26-27 in casa del Città S.Angelo, mentre il primo posto è ormai del Carpi e il quarto del Bologna.

Il tabellino:

TAVARNELLE: Ciani, Di Lorenzo, Vermigli 2, Provvedi F. 7, Bevanati 5, Lastrucci 1, Borgianni 9, Pierattoni 2, Provvedi L., Petrangeli 1, Vucci 1, Corti, Silei, Pelacchi. All.: Pelacchi, Tomei

ANCONA: Giambartolomei, Sanchez, Caleffi, Campana 6, Cardile 7, Kattani, Lorenzetti 6, Lucarini 1, Magistrelli, Sabbatini 4, Serpilli 1, Zannini, Feroce. All.: Cola

ARBITRI: Romana-Romana

 

 

LE GIOVANILI del Tavarnelle. Vincono tre su quattro le giovanili in campo questo fine settimana: l’Under 12 vince lo scontro con il Poggibonsi per 25-19 muovendo finalmente la classifica, l’Under 16 continuando la serie positiva che le fa occupare il secondo posto, fa bottino pieno anche a Grosseto vincendo 29-25, l’Under 18 torna al successo, anche se con una prestazione molto sotto tono, battendo il Poggibonsi di misura 35-34. Unico neo la sconfitta casalinga dell’Under 14 per 10-15 contro il Medicea di Poggio a Caiano. La serie B osservava un turno di riposo.